source: scateniamoli.info Ciao Vane, come probabilmente già sai mi trovo in custodia cautelare nel carcere di San Vittore con l’accusa di “devastazione e saccheggio” per i fatti accaduti a Milano al corteo del Primo di Maggio. Con la premessa che il reato che mi viene contestato è supportato da prove video e fotogrfiche interpretate a dir poco fantasioso e che il reato in se stesso è stato cerato appositamente per questo...

source: http://scateniamoli.info/ Gli arresti per il Primo maggio a Milano hanno già smesso di fare notizia. Eppure il giorno in cui furono eseguiti i mandati di cattura i media usarono toni di vendetta, quella vendetta tanto agognata dai benpensanti che già si era tradotta in morbose dimostrazioni di affetto nei confronti di muri ripuliti a colpi di spugnetta e in accorate espressioni d’indignazione per le auto e vetrine danneggiate. In Italia,...

Comunicato dei 5 ricercati dalle autorità italiane 1. Il primo maggio 2015 a Milano c’è stata una gigantesca manifestazione nel contesto della giornata dei lavoratori. Non era semplicemente una giornata di sciopero generale, ma piuttosto una giornata nazionale di incontro tra movimenti (sindacati di base, centri sociali, collettivi studenteschi e universitari, comitati di lotta per la casa, comunità di migranti, il movimento No Tav, eccetera) contro le misure di austerity...

http://www.zic.it/noexpo-liberta-per-gli-arrestati-audio/ Presidio ieri pomeriggio al consolato greco. Berneri e Exarchia: “Ora che Expo è finito dobbiamo fare i conti con le sue eredità: cemento, debito, precarietà e l’arresto per chi contesta tutto ciò”. “All’alba di giovedì 12 novembre 2015 – scrivono circolo anarchico Berneri e collettivo Exarchia – le polizie greche e italiane hanno fatto irruzione in alcune abitazioni di Atene e Milano, compiendo numerosi arresti in relazione alla manifestazione...

All’alba di giovedì 12 novembre 2015 le polizie greche e italiane hanno fatto irruzione in alcune abitazioni di Atene e Milano, compiendo numerosi arresti in relazione alla manifestazione No Expo del primo maggio a Milano. Quattro compagni italiani sono ora in carcere e su cinque greci incombe la minaccia dell’estradizione in Italia. Le loro colpe? Avere manifestato in occasione dell’inaugurazione dell’Expo. Lo hanno fatto insieme ad altre decine di migliaia...

IL PRIMO MAGGIO C’ERAVAMO TUTTI SABATO 19 DICEMBRE dalle ore 12 PRESIDIO ITINERANTE ATTORNO ALLE MURA DI SAN VITTORE IN SOLIDARIETÀ CON I COMPAGNI ARRESTATI PER LA MANIFESTAZIONE NO EXPO DEL PRIMO MAGGIO A MILANO E CON TUTTI I DETENUTI/E che lottano nEL CARCERE DI SAN VITTORE (appuntamento in via Olivetani angolo v. le Papiniano) Siamo con gli arrestati per la manifestazione No EXPO del 1° maggio a Milano Giovedì...

Blocchiamo la prosecuzione-estradizone dei 5 studenti in lotta alle autorità italiane Solidarietà a tutti i perseguitati del corteo “No Expo” di 1° Maggio a Milano La responsabilità per questi procedimenti grava in igual misura lo stato greco e italiano. ‘E una responsabilità chiaramente politica, ed è esattamente politica la decisione del governo greco (assicurando continuità con la politica dello stato in generale e dei precedenti governi), la decisione di svalutare...

Autonomia Diffusa Ovunque Di nuovo, è arrivata la repressione: giovedì 12 novembre hanno arrestato, in Italia, quattro compagni e altri cinque in Grecia, tutti accusati di aver partecipato al primo maggio milanese. Arresti, denunce, indagini non sono estranei alla vita di chi lotta: attraverso la polizia il governo cerca di controllarci, di limitare il nostro agire e, attraverso provvedimenti esemplari, cerca di dissuadere chi, nella propria vita, decide di non...

E’ stata occupata nel pomeriggio di ieri ad Atene la sede dell’ambasciata italiana nel quartiere di Kolonaki per protestare contro la richiesta di estradizione dei cinque studenti greci indagati per la manifestazione No Expo del primo maggio a Milano. L’azione, condotta dal gruppo ‘Rubicone’, è stata rivendicata come “come azione minima di solidarietà con i cinque studenti e tutti i militanti perseguitati dallo Stato italiano”. L’occupazione dell’ambasciata arriva dopo il...

Erano stati annunciati e puntualmente, chiuso il gran baraccone di Expo, arrivano nuovi arresti e perquisizioni per la manifestazione del Primo maggio di Milano, con l’accusa di devastazione e saccheggio. A oggi quattro compagni sono in carcere a Milano, altri sono indagati a piede libero, mentre per cinque greci è stato spiccato un mandato di cattura europeo: un’enormità che si aggiunge allo sproposito delle accuse. Ma il diritto è una...

No all’estradizione dei 5 studenti attivisti! Giovedi 12 novembre, giorno di sciopero generale, la polizia, accompagnata da un magistrato, ha fatto irruzione nelle case di cinque studenti di Aghia Paraskevi, arrestandoli come da richiesta dello stato italiano e dopo il mandato europeo di cattura emesso contro di loro. Lo stesso giorno, a Milano, la polizia italiana arresta cinque italiani accusati per lo stesso delitto. L’accusa, in sostanza, riguarda solo la...

Pubblichiamo il testo dell’appello con cui si è conclusa l’ assemblea di solidarietà ai cinque studenti di Aghia Paraskevi del 15-11-15 per i quali vi è richiesta la estradizione dalle autorità giudiziarie italiane. L’assemblea ha avuto luogo all’aula Mach del Politecnico di Atene ed in modo collettivo ha compilato il presente testo per fare il punto sulla situazione e sul da farsi. Questo il sito della campagna contro l’estradizione: http://free5.gr...

Il 1/5/2015, durante un viaggio in Italia, abbiamo partecipato al corteo del 1 maggio a Milano e alla contestazione della Fiera Internazionale Expo 2015, che avrebbe avuto luogo nella città, e che creava un clima economico e sociale asfissiante per gli strati sociali più bassi di Milano. Il 2/5/2015, il giorno dopo la manifestazione, siamo stati fermati dalla polizia italiana nell’ambito di un’operazione di fermi di massa, solo perché stavamo...